Ancora della barca: come scegliere quella giusta?

Abbiamo appena raggiungo un vero e proprio paradiso cristallino. Il mare è sorprendentemente piatto. Adesso, non resta che effettuare un buon ancoraggio, così da goderci il panorama tranquilli e rilassati.  Ancore, cime e catene sono accessori nautici fondamentali che necessitano di pochissima manutenzione. L’essenziale è sceglierli attentamente, basandosi su parametri precisi. Ma come scegliere l’ancora della barca?

Sugli store specializzati e gli e-commerce di settore si possono trovare decine e decine di tipi di ancora, dalla classica e iconica Ammiragliato, fino alla Danforth o alla Hall. Ma prima di scoprire le differenze tra i vari modelli, è fondamentale evidenziare i tre fattori utili per fare una corretta scelta dell’ancora.

  • Lunghezza dell’imbarcazione
  • Tipologia di fondale
  • Materiale di costruzione 

A proposito del primo fattore, la regola è sempre la stessa: l’ancora deve pesare un chilogrammo per ogni metro di barca. Dunque, se parliamo di un’imbarcazione di 6 metri, la sua ancora dovrà essere di 6 chili. 

Tipologie di ancora della barca

Per il secondo parametro, invece, la cosa di complica leggermente. Infatti, ogni fondale ha le sue peculiarità. Prendendo in esame la sabbia, ad esempio, essa potrebbe richiedere un’ancora in grado di affondare facilmente le marre. Infine, per quanto riguarda il materiale costitutivo, è bene sapere che le ancore possono essere di acciaio o di tessuto, pieghevoli o galleggianti. A ogni modo, quello che conta è garantire un sicuro ancoraggio alla propria barca.

Per questo, senza perdere altro tempo, andiamo alla scoperta dei vari modelli di ancora presenti sul mercato, analizzando nel dettaglio le loro caratteristiche di base.

Ancora della barca: il modello a ceppo o “Ammiragliato”

L’ancora più iconica, riconoscibile e riconosciuta. Quella stilizzata nei tatuaggi, riportata nelle grafiche e mostrata nei cartoni animati. Signore e signori, parliamo dell’ancora a ceppo o ancora Ammiragliato. Si tratta di un tipo di ancora perfetta per fondali sabbiosi e ricchi di vegetazione marina. Per contro, dato il peso e il notevole ingombro a bordo, è poco adatta per la navigazione da diporto.

Attualmente, essa è presente in commercio anche nella versione a marre pieghevoli, con un peso che va dai 5 e ai 20 chilogrammi. Un’alternativa che garantisce un risparmio di spazio, così come una maggior maneggevolezza.

Ancora a cucchiaio: la Bruce

L’ancora Bruce, chiamata anche ancora a cucchiaio, è contraddistinta da un’unica marra a forma semicircolare e due punte laterali. Il modello, che non è indicato per fondali molto rocciosi o melmosi, presenta un design particolarmente adeguato per essere riposto nel musone di prua.

I vari modelli di ancora della barca

Ancora della barca ad aratro: la CQR e la Delta

Versatile e utilizzabile su diversi fondali, dall’eccellente tenuta. Stiamo parlando dell’inimitabile ancora ad aratro, senza dubbio la più comune ed utilizzata tra i diportisti italiani.

Come intuibile dal nome, la sua forma non può che ricordare l’aratro, caratterizzata da una punta che riesce a far presa sul fondale molto facilmente. 

In questa tipologia di ancora rientra la cosiddetta ancora CQR, la quale deve il nome alla pronuncia inglese della parola secure. L’ancora Delta, invece, praticamente l’evoluzione dell’ultimo modello citato, garantisce invece un recupero dall’acqua più confortevole.

Ancora a marre articolate: la Danforth e la Hall

Le ancore in questione sono perfette per i fondi sabbiosi e per tutti i tipi di barca, dalle barche a vela a quelle a motore. In particolare, l’ancora Danforth, realizzata solitamente in acciaio zincato, si riconosce per le sue marre lunghe, piatte, ma comunque leggere.

L’ancora Hall, invece, evoluzione della precedente, ha marre più imponenti, meno adatte alle piccole imbarcazioni. Noi di NauticaStore ti consigliamo l’ancora Hall di Lalizas, in acciaio zincato, attualmente in offerta nel nostro shop e disponibile da 2,8 e 6 chilogrammi. 

Ancora della barca ad ombrello

Hai bisogno di una seconda ancora più comoda e maneggevole, da conservare in qualche gavone della barca? Un’ancora ad ombrello potrebbe essere quello che fa per te. Le su marre richiudibili, infatti, assicurano un ingombro di bordo davvero esiguo, unito alla capacità di tenuta a contatto con scogli e sassi di piccole e medie dimensioni.

Nel dettaglio, l’ancora ad ombrello è maggiormente indicata per gommoni e piccole barche. In questo senso, nel nostro shop è presente il modello targato Lalizas, disponibile da 0.7, 1.5, 2.5 e 8 kg.

Ancora galleggiante

Infine, quando si pesca o semplicemente si naviga in particolari condizioni, è essenziale procurarsi un’ancora galleggiante. Molto simile ad un piccolo paracadute, questo modello sfrutta l’attrito con la superficie dell’acqua per stabilizzare l’imbarcazione, evitando così lo scarroccio. A questo proposito, un consiglio importante é: fate in modo di usare una cima lunga almeno il triplo della lunghezza della barca, così da ottenere il massimo da quest’ancora.

NauticaStore è più grande negozio dedicato alla vendita di articoli nautici per la navigazione da diporto in Sardegna. Scopri il nostro ampio catalogo di prodotti e preparati a salpare.  Dagli accessori all’abbigliamento, dai ricambi di elettronica e di idraulica all’arredamento di bordo. Oltre 5.000 articoli a tua disposizione, ai migliori prezzi di mercato. 

Cosa aspetti? Sali a bordo!